Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Fave e pecorino, una classica tradizione romana

Un abbinamento perfetto, gustoso ed economico: si tratta di una classica ricetta romana, fave e pecorino, facile da preparare e conservare.

La ricetta nasce come tradizione degli antichi romani per celebrare l’arrivo della primavera, un pranzo ricco , saporito e poco impegnativo. Oggi viene consumatao principalmente per la Festa dei lavoratori dell’1 maggio.

Ormai esportata anche al di fuori del Lazio, la ricetta delle fave e pecorino è celebrata con una sagra dove vengono proposti anche altri prodotti tipici locali. Oltre ad essere un ottimo alimento, ricco di numerose proprietà benefiche, intorno alla fava nel tempo sono nate leggende e simbologie. La fava è citata nella Bibbia e in testi classici che ne testimoniamo la presenza nelle terre del Mediterraneo già in età Neolitica.

Una curiosità legata alla fava rimanda ai Greci, i quali ritenevano che la forma e il colore di questo legume fosse ricollegabile alla morte, a superstizioni e sinistri presagi. Secondo Pitagora il baccello della fava rappresentava l’accesso al mondo dei morti e che i semi racchiudevano le loro anime. Proprio da qui deriverebbe la tradizione di mangiare le fave giorno 2 novembre.

Anche la storia del pecorino risale all’antica Roma ed è citato in testi antichi come quelli di Plinio il Vecchio e Ippocrate. Veniva descritto il metodo di produzione e la sua capacità di conservazione grazie all’alto contenuto di sale e di proprietà nutritive. Proprio per questo il pecorino era considerato come l’alimento per eccellenza dei legionari prima di una battaglia.

Dall’unione delle fave e del pecorino, ecco quindi una delle ricette più famose della tradizione culinaria romana. Semplice sia come piatto che come preparazione, basato su pochi elementi quali fave, pecorino, cipolla, insalata mista e aceto.
È una delle ricette tipicamente romane a cui si possono fare alcune modifiche a piacimento, come aggiungere il pepe, sostituire la cipolla con l’aglio.

Ma il tocco di classe è aggiungere al piatto delle fette di pane casereccio abbrustolito per gustare meglio le fave e il pecorino.

26 gennaio 2018
|

Leave a reply