Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

La stracciatella: la semplicità di una ricetta romana tradizionale

Bastano tre ingredienti per creare un piatto semplice e gustoso. A darne prova è la minestra stracciatella, piatto tipico della gastronomia tradizionale romana, composta solamente da uova, semolino e brodo.

Una ricetta semplice ma buona che è entrata a far parte della cucina romana e che deve il suo nome al modo in cui si prepara.

La ricetta della stracciatella, economica e saporita, nasce dal non voler sprecare il cibo rimasto dalla cena natalizia. Tra i piatti poveri della tradizione del Natale a Roma, rientrava il brodo di carne che, una volta avanzato, si decise di unirlo ad altri ingredienti per poterlo riutilizzare come ingrediente di altri piatti nei giorni successivi.

Sono solo tre, quindi, gli ingredienti principali della stracciatella, così chiamata perché l’uovo sbattuto, una volta rappreso dentro il brodo, forma dei piccoli straccetti, che insieme agli altri ingredienti, crea un piatto semplice e genuino. È d’uso comune, a Roma, aggiungere alla tradizionale ricetta della stracciatella anche della buccia di limone e un pizzico di noce moscata per insaporire il piatto.

Cosa serve quindi per la preparazione della stracciatella?

  • Brodo di carne ben schiumato
  • qualche cucchiaio di semolino
  • una spolverata di grana o parmigiano
  • prezzemolo tritato
  • sale e pepe

La preparazione è semplicissima: una volta preparato il brodo, vanno sbattute le uova insieme al semolino con parmigiano, prezzemolo e aromi. Il tutto va versato nella pentola del brodo portato ad ebollizione e mescolato spesso ed energicamente con un frustino, per permettere alle uova di rapprendersi e formare i famosi straccetti, infine la minestra viene servita accostandola a delle fette di pane abbrustolito.

Le varianti di questa finestra sono molte. Quella che si avvicina di più alla tradizionale ricetta romana è presente nella cucina istriana, dove prende il nome di  pasta butada, cioè buttata, dal fatto che la sua preparazione consiste nel buttare nel brodo bollente la pastella di farina, uova, burro e grana, e mescolare aiutandosi con una forchetta.

Related Posts

Leave a reply