Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

La misticanza, un tipico contorno romano

misticanza“La misticanza è un piatto che fa gola, l’armonia de’ l’odori più perfetta”, scrive il poeta Romeo Collalti. Tipica delle regioni del centro Italia, in particolare Lazio, Umbria e Abruzzo, la misticanza è uno dei contorni per eccellenza della cucina romana.

Il nome misticanza deriva dall’italiano mesticare, termine ormai in disuso che un tempo indicava il generico mescolare elementi diversi. Composta da vari tipi di erbe selvatiche di campo da mangiare crude in insalata, una buona misticanza si può preparare con ortaggi a scelta tra cicoria, bieta, verza, scarola, barbabietola, cime di rapa, broccoletti, indivia, spinacino, malva, lattuga, rughetta, cerfoglio, valeriana, barba di frate, cavolo nero, cavolo cappuccio e altro ancora.

Il periodo più indicato per la raccolta delle erbe va da ottobre ad aprile, ovvero prima che le piante comincino a gemmare.

Se non si possiede una buona conoscenza di erbe selvatiche, meglio non prendere l’iniziativa di andare a raccoglierle personalmente. Questo perché esistono diverse specie di piante selvatiche tossiche, alcune delle quali potrebbero essere scambiate per buone. È più opportuno, quindi, ricorrere ai negozi di frutta e verdura nel periodo giusto, compreso appunto tra l’autunno e la primavera.

Nota già nel Medioevo e un tempo assai diffusa nei mercati locali, la misticanza perfetta si condisce tradizionalmente con olio, sale e aceto, ai quali è possibile aggiungere finocchio, ravanelli, pezzetti di caciotta e acciughe per insaporirla ancora di più.

Tipica in modo particolare dell’Agro Romano è la misticanza ripassata in padella, preparata prevalentemente con verdure come cicoria selvatica, malva, bardana, grespino, aspraggine, tarassaco, piantaggine e carota selvatica.

Ecco il procedimento per preparare una gustosa misticanza.

  • Pulite le singole verdure e lavatele bene; mettetele in una pentola senza scolarle e non aggiungete altra acqua oltre a quella che contengono già; chiudete la pentola con il coperchio e fate cuocere a fuoco medio per circa 8-10 minuti, rigirando un paio di volte. Togliete le verdure dalla pentola e risciacquatele subito con acqua fredda, quindi lasciatele scolare per bene.

  • Schiacciate degli spicchi di aglio e fateli dorare a fuoco lentissimo in una padella con dell’olio.

  • Versate in padella la misticanza con un pizzico di sale e peperoncino quanto basta, e lasciatela insaporire per circa 10 minuti a fuoco medio-alto e parzialmente coperta. Rivoltate la misticanza nella padella per farle assorbire il condimento.

  • Servitela calda con fette di pane abbrustolite.

Related Posts

Leave a reply