Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Ricetta e storia del tiramisù

Il tiramisù è un dolce che non ha bisogno di presentazioni. E’ uno dei dessert più famosi al mondo e non esiste ristorante italiano che non lo abbia in menù.

tiramisùDove nasce questo dolce?

Sulle sue origini ci sono tanti dibattiti aperti: alcuni sostengono che nacque tra il XVII e il XVIII secolo a Siena dove, in occasione della venuta del granduca Cosimo de’ Medici, venne preparata la “zuppa del duca”, un dessert molto simile al tiramisù. Questa teoria sembra però essere poco probabile perché in quel periodo nel territorio senese sia i savoiardi che il mascarpone erano poco utilizzati.

Altri pensano che affondi le sue origini in terra veneta, in particolar modo nella città di Treviso presso il ristorante Alle Beccherie, per opera di Roberto Linguanotto.

Altri sostenitori invece reclamano la paternità del tiramisù in Friuli, dove pare che il famoso dessert venne preparato per la prima volta in un albergo gestito da Norma Pielli e dal marito Beppino Del Fabbro. Sembra che i coniugi servissero ai loro ospiti il Dolce Torino, preparato con savoiardi, burro, cioccolata, tuorlo e latte.

Secondo quanto si racconta, fu proprio la signora Norma ad introdurre nella ricetta il mascarpone al posto del burro e a sperimentare i savoiardi nel caffè.

Per quanto riguarda il nome, pare che fu proprio il marito a chiamarlo tiramisù proprio per le sue capacità di tirar su.

A prescindere dalle origini, è un dolce amato da tutti, perfetto per ogni occasione. Ecco di seguito la ricetta tradizionale per prepararlo.

Ingredienti:

3 uova

20 savoiardi

250 mascarpone

1 caffettiera media di caffè amaro

Cacao amaro

Pizzico di sale

100 zucchero

 

Procedimento:

Separate gli albumi dai tuorli. Sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungete il mascarpone e continuate a mescolare.

Prendete la ciotola con gli albumi e montateli a neve, poi uniteli al mascarpone e ai tuorli.

Quando il caffè è freddo, prendete i savoiardi, inzuppateli nel caffè e poneteli in una pirofila, formando un primo strato di biscotti. Poi create uno strato di crema e poi un altro di biscotti.

Fatti gli strati, concludete il tutto con una spolverata di cacao amaro. Ponete il tiramisù in frigo e servitelo dopo circa due ore.

Se qualcuno non digerisce bene le uova crude, è possibile mescolare i tuorli con lo zucchero a bagnomaria.

Questa è la ricetta tradizionale del tiramisù, oggi ne esistono mille varianti, c’è chi aggiunge rum nel caffè, chi non utilizza i tuorli, chi usa la panna insieme al mascarpone.

Esistono anche tiramisù di ogni gusto: al pistacchio, ai frutti rossi, al cioccolato.

Noi di Caligola cucina romana abbiamo voluto offrire un omaggio alla nostra terra, dando un tocco di sicilianità al tiramisù. Oltre a quello classico è possibile trovare anche la versione con la ricotta, appunto il ricottamisù.

14 Novembre 2016

Leave a reply