Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

La pizza di Pasqua romana: dolce e soffice

pizza di pasquaUna pizza che non è una pizza. La pizza di Pasqua, comunemente nota anche come pizza cresciuta, è un tipico dolce romano che non ha nulla a che vedere con la classica pizza napoletana.

La pizza di Pasqua è una pasta alta e soffice dal sapore dolce, consumata tradizionalmente la mattina di Pasqua insieme alla corallina, un salame umbro molto diffuso a Roma, e a uova sode.

A differenza della pizza tradizionale, per l’appunto, la pizza di Pasqua è molto alta, frutto di una lunghissima preparazione che prevede una lavorazione dell’impasto ripetuta più volte per mantenere la sofficità.

Nel periodo di Pasqua non è difficile trovarla tra i banchi dei panifici e dei supermercati romani. La pizza di Pasqua viene preparata facilmente anche in casa, sebbene richieda molto tempo e dedizione per rispettare la preparazione corretta.

Ingredienti per 1 kg di pizza:
  • 500 gr di farina;
  • 200 gr di zucchero;
  • 5 uova;
  • 140 g di burro;
  • 100 ml di acqua;
  • 15 grammi di lievito di birra fresco;
  • un pizzico di sale.

E’ possibile aggiungere alcuni aromi come noce moscata, un cucchiaio di cannella in polvere, un cucchiaio di maraschino, vanillina, scorze di arancia o di limone grattugiate.

Preparazione:

Sciogliere il lievito con acqua tiepida.

Aggiungere il lievito in una ciotola con 4 cucchiai abbondanti di farina. Far riposare per 45 minuti.

Sbattere le uova a parte.

Riprendere l’impasto e unire il resto degli ingredienti, continuando a lavorare e avendo cura di aggiungere il burro alla fine.

Quando l’impasto risulterà liscio metterlo in uno stampo alto e imburrato senza superare la metà del contenitore.

Si impasta di sera come una pizza normale, ottenendo un impasto morbido da far lievitare durante tutta la notte.

Al mattino si riprende l’impasto e si lavora nuovamente, quindi si inforna a 190° per 45 minuti.

Lasciare riposare dentro il forno fino a raffreddamento per evitare che si sgonfi tirandolo fuori prima del tempo.

5 Febbraio 2019
|

Related Posts

Leave a reply