Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Le polpette di pane: origini di una ricetta antica

polpette di paneUn appetizer, come verrebbe chiamato oggi dai ristoratori, ma anche un secondo piatto intramontabile per la cucina romana.

Le polpette di pane, una delle ricette più antiche della gastronomia laziale, nonché antipasto irrinunciabile anche per i giovani di oggi.

Dimentichiamo le polpette con sugo e ragù, due ingredienti troppo “da ricchi” per la cucina romana che, invece, ha tradizionalmente origine dagli avanzi e da ciò che i più poveri potevano racimolare per cenare in famiglia.

Le polpette di pane romane hanno, come ingrediente principale, il pane raffermo, lasciato nel suo sacco per un paio di giorni, indurito, ma non eccessivamente.

Il pane viene quindi inumidito e condito con pecorino e mortadella, modellato in polpette di medie dimensioni e fritto in olio bollente.

Il risultato è un antipasto da servire caldo e da assaggiare ad occhi chiusi, per godere di questa esplosione di sapori deliziosi, forti e salati, nel gusto tipico della tradizione culinaria romana.

Per assaggiare delle autentiche polpette di pane a Palermo ti aspettiamo da Caligola Cucina Romana, dove prepariamo le polpette de zia Rossana seguendo una vecchia ricetta di famiglia.

Ingredienti per le polpette di pane

  • 500 gr pane raffermo
  • 2 uova
  • Latte
  • Pecorino grattugiato
  • Mortadella a pezzi
  • Mozzarella (facoltativa)
  • Pangrattato
  • Sale
  • Pepe
  • Olio per friggere
  • Preparazione

Tagliare il pane raffermo a fette e inumidirlo con il latte per ammorbidirlo.
Strizzare il pane per togliere il latte in eccesso e aggiungere in una casseruola uova, pecorino grattuggiato, la mozzarella, la mortadella a pezzi piccoli, il sale e il pepe.

Con le mani amalgamare tutto l’impasto fino ad ottenere una crema corposa, da suddividere in polpette di medie dimensioni appallottolando una porzione di impasto tra i palmi delle mani.

In una ciotola sbattere l’altro uovo e immergere le polpette, per poi passarle nel pangrattato e creare così l’infarinatura da friggere.

Riempire una padella a metà di olio da riscaldare e, quando ha raggiunto la temperatura adeguata, immergere le polpette.

Non appena iniziano a dorarsi, le polpette vanno tolte dal fuoco e lasciate raffreddare su un vassoio, con carta assorbente per asciugare l’eccesso di olio.

Da servire calde o tiepide per gustarle al meglio.

Related Posts