Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Tradizioni romane: il brodetto pasquale

brodetto pasquale romanoTra le ricette dell’antica Roma che sono arrivate fino alle nostre tavole non si può dimenticare Er Brodetto, così come oggi i romani chiamano il brodetto pasquale.

Consumato, come suggerisce il nome, come portata durante il giorno di Pasqua, il brodetto pasquale ha un’origine molto antica, documentata già nel 1400 nel Libro de Arte Coquinaria di Maestro Martino.

Come piatto della tradizione apparteneva più al mondo plebeo, dei contadini e dei poveri, esperti nel rielaborare scarti di cucina e unirli con alimenti a basso costo, come le verdure, per primi e secondi piatti gustosi e saporiti.

Il brodetto poteva essere consumato solo nel giorno di Pasqua, non prima: rispettando i dettami del cristianesimo, ai Romani era vietato consumare carne e alimenti di origine animali nei giorni precedenti alla Pasqua.
Nel brodetto romano si recupera, quindi, la lunga astinenza ai cibi ricchi di proteine e grassi animali, aggiungendo per due tagli diversi di carne.

Ricetta del brodetto pasquale romano

Ingredienti per 6 persone

  • 500gr di manzo e 500gr di agnello (petto e/o spalla).
  • Limone 1
  • Uova 6

Preparazione

Iniziare preparando il brodo di manzo, stufandolo in pentola per circa un’ora e mezza da solo.
Dopo questo lasso di tempo, aggiungere uguale quantità di agnello, completando la cottura del brodo e della carne.
Quando il brodo è pronto, rompere in una terrina un tuorlo d’uovo a persona, diluire con succo di limone e sbattere bene.
Spostare le uova sbattute in una casseruola grande, lontano dai fornelli, e aggiungere lentamente il brodo caldo, continuando a mescolare con un cucchiaio di legno.
Quando il brodo e le uova sbattute saranno ben amalgamate, spostare la casseruola sul fornello al minimo e, continuando a mescolare, si fa addensare leggermente il brodo.
Non arrivare mai ad ebollizione, altrimenti le uova si stracciano.
Aggiungere alla fine un pizzico di maggiorana e un pizzico di pepe bianco.
La zuppa può essere servita insieme alle bruschette, accompagnando con una spolverata di parmigiano grattugiato.

9 Aprile 2020
|

Related Posts