Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Fagioli nella cucina romana: tre ricette tradizionali

fagioli cucina romanaNella tradizione italiana, i fagioli hanno conquistato un posto di rilievo, protagonisti di numerosi piatti.

Tra le numerose ricette che variano da regione in regione, nella tradizione culinaria romana quelle più spesso cucinate sono in particolare tre: la famosa pasta e fagioli, l’insalata di fagioli e i fagioli con le cotiche.

Pasta e fagioli

Un classico della stagione invernale ma molto appetibile anche d’estate, la ricetta romana della pasta e fagioli prevede un piatto cremoso, ben amalgamato e dal colore tendenzialmente rossastro dato dal sugo.

Preparazione:i fagioli devono essere messi ammollo per una notte, dopodiché vanno cotti in acqua leggermene salata. In una padella capiente, nel frattempo, va cotta la cipolla unita successivamente alle carote e al sedano. Da aggiungere poi la passata di pomodoro, sale e pepe. Infine, vanno versati i fagioli e un paio di mestoli di acqua calda, cuocendo il tutto per circa venti, venticinque minuti. Per rendere la minestra più cremosa, aggiungere un po’ di fagioli passati nel mixer.

Insalata di fagioli

L’insalata di fagioli è un piatto molto ricco, ideale come contorno ma anche come piatto unico.
Preparazione: i fagioli sono conditi con una salsina composta da olio extravergine di oliva, acciughe, aglio, timo, pepe e cipolla tagliata molto sottile (messa precedentemente ammollo con aceto, acqua fredda e poi scolata).

Fagioli con le cotiche

Terza ricetta tipica della cucina romana, i fagioli con le cotiche sono un piatto povero, legato alla tradizione contadina, nato dal concetto che del maiale non si butta via niente. Un piatto molto sostanzioso e insaporito dalle cotiche, ovvero la spessa pelle del maiale, poco grasse se pulite bene ma ricche di collagene.
Preparazione: le cotenne vanno sciacquate e asciugate con molta cura, sbollentate in acqua per circa quindici minuti; nel frattempo, va preparato un tritato a base di sedano, carota, cipolla e aglio, messo a soffriggere con l’olio. Al soffritto vanno poi aggiunte le cotenne, sfumate da mezzo bicchiere di vino bianco. Infine, vanno uniti i fagioli e la passata di pomodoro, con acqua calda fino a coprire i fagioli. Salare, pepare, coprire il tegame e lasciar cuocere per circa trenta minuti a fuoco basso.

12 Luglio 2019
|

Related Posts