Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Ricette dalla storia: Apicio e la salsa bianca

salsa di apicioSalsa bianca di Apicio: una ricetta apprezzata ancora oggi

Gli antichi romani erano un popolo di guerrieri, navigatori ma anche di amanti della buona cucina. Dalle loro origini bucoliche (i primi insediamenti furono realizzati da pastori e agricoltori), fino alla sottomissione di tutto il Mediterraneo, le loro abitudini alimentari sono andate via via affinandosi, dando vita ad un’ampia vastità di piatti e ricette.

All’inizio, infatti, la cucina romana si caratterizzava per la sua semplicità e l’impiego di ingredienti umili (valga ad esempio la ricetta della pasta alla amatriciana e molte altre). Poi, col tempo il ricettario italico si è arricchito e si è impreziosito grazie a tante pietanze, nuove e riadattate da altri popoli.

Dopo la conquista della Grecia, i romani cercarono via via di rendere più elegante la propria cultura: dalla filosofia, alle arti figurative, passando anche dalla cucina. Così, a cavallo tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C. venne improntata anche la stesura di un vero manuale culinario, il più antico che la cultura dell’Urbe riesce a ricordare.

Si tratta di uno scritto denominato De re coquinaria (letteralmente “Su tutto ciò che riguarda la cucina” o più elegantemente ‘L’arte culinaria”). A comporlo pare essere stato Marco Gavio Apicio, gastronomo del tempo di cui si conosce davvero ben poco. A lui si deve anche il “brevetto” di alcune ricette rimaste impresse nella tradizione romana. Tra queste, a prendere il nome del suo stesso creatore fu la cosiddetta Salsa bianca di Apicio, ancora oggi apprezzata come gustoso condimento.

Per prepararla (come riportato nel già citato ricettario) i romani impiegavano pepe, vino, ruta (una pianta erbacea), cipolla, pinoli, vino aromatico, pane macerato per ispessire, olio (uno degli alimenti fondamentali dell’epoca) e il garum. Questo era una salsa a base di viscere di pesce, lasciate a macerare al sole. Una pietanza di cui i romani erano particolarmente ghiotti.
La salsa bianca veniva solitamente impiegata per condire e dare maggior sapore alla carne bollita.

5 Luglio 2019
|

Related Posts