Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Seppie e piselli: la ricetta di una grande tradizione romana

Seppie e piselli rappresentano un piatto tipico della tradizione romana che affascina e sorprende con il suo gusto particolare. Lasciarsi trasportare dal suo sapore è un obbligo per chi ne apprezza la cucina.

seppie e piselli

Seppie e piselli sono uno dei piatti più importanti della tradizione romana (anche se c’è chi sostiene che provenga dalla Liguria, dalla Romagna o dalle Marche) che abbina i sapori di seppie, piselli e acciughe. Il piatto non è conosciuto solo sull’area laziale, ma anche in Romagna, confermando il suo largo apprezzamento nello stivale.

 

Ingredienti per 4 persone

1 kg di seppie
300 g di piselli freschi o surgelati
5 filetti d’acciuga
400 g di passata di pomodoro
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 rametto di prezzemolo
6 cucchiai di olio EVO
Un bicchiere di vino bianco secco
Sale q.b.
Pepe q.b.

Suggeriamo di procurarvi le seppie fate in modo di trovarle di grandezza medio-piccola così da avere una preparazione ottimale e una cottura più veloce.
Preparazione
Pulite le seppie, toglietegli la pelle ed eliminate ossa e interiore, facendo particolarmente attenzione ad eliminare perfettamente la sacca dell’inchiostro. Pulite il tutto sotto l’acqua corrente, tagliate le seppie a striscioline e i tentacoli in due pezzi.
Mettete un tegame antiaderente sul fuoco e versate olio, aglio e cipolla tritati finemente. Mescolate spesso il tutto per un minuto, aggiungete poi i filetti di acciuga e fate sciogliere. Tenete tutto a fuoco basso così da non far bruciare il contenuto.
Aggiungete ora le seppie e fatele rosolare per due minuti. Aggiungete poi il vino bianco. A questo punto, fate evaporare la parte alcolica e fate restringere i liquidi.
Aspettate 10 minuti e versate successivamente i piselli (se usate quelli surgelati non fateli scongelare). Cucinate il tutto per 1 minuto e versate poi la passata di pomodoro. Aggiungete sale e pepe e fate cucinare il contenuto per 20 minuti su fuoco moderato.
A questo punto entrano in gioco i vostri gusti: verificate voi stessi la consistenza delle seppie di tanto in tanto per verificarne la cottura e spegnete il fuoco non appena siete soddisfatti della densità dei liquidi.
Suggeriamo inoltre di tenere acqua o brodo vegetale a portata di mano, così da aggiungerli nel caso in cui i liquidi nel tegame si restringano eccessivamente.
A cottura terminata aggiungete del buon prezzemolo per aromatizzare le seppie e il relativo condimento e servite il tutto con degli ottimi crostini.
Godetevi ora un gustoso piatto romano e lasciatevi trasportare dal suo gusto unico!

Related Posts

Leave a reply