Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Cacio e pepe, un’antica ricetta della cucina romana popolare

 

La pasta cacio e pepe è una delle ricette più antiche della cucina romana popolare. È un piatto molto povero e rustico preparato solo con tre ingredienti semplici e genuini: pasta, pecorino romano stagionato e pepe.

La semplicità degli ingredienti non fanno della cacio e pepe una pietanza facile da preparare. Per la buona riuscita della ricetta bisogna saper dosare e mantecare bene questi tre elementi, facendo attenzione a non scuocere la pasta, non alterare il sapore del formaggio, non rendere l’impasto troppo asciutto, dosando la giusta quantità d’acqua e facendo attenzione a non coprire il gusto con troppo pepe, spezia che andrebbe pestata con il mortaio per conservarne meglio l’aroma.

Il segreto per la buona riuscita della cacio e pepe, oltre dosaggio degli ingredienti, sta proprio nella fase di mescolamento e nei tempi di preparazione che devono essere piuttosto veloci.

La cacio e pepe ha origini molto antiche, legate alla vita dei pastori che, dovendosi spostare con i pascoli per giorni interi, portavano con sé dei cibi che potessero mantenersi a lungo senza andare a male, appunto: pasta secca, formaggio stagionato e pepe, che mescolati insieme davano vita ad un piatto ricco di carboidrati e grassi senza rinunciare al buon gusto.

La pasta utilizzata in passato veniva preparata a mano solo con acqua, sale e farina, oggi invece si utilizza spesso quella fresca impastata con le uova, in particolar modo la cacio e pepe viene proposta nella maggior parte dei casi con i tonnarelli, una tipologia di spaghetto che si presta bene per il tipo di condimento in quanto riesce ad assorbire bene la consistenza cremosa del formaggio.

La tradizione dei pastori è giunta fino a noi, e ancora oggi in moltissimi ristoranti, trattorie e osterie è un piatto molto apprezzato e richiesto, tanto da divenire uno dei capisaldi della cucina romana popolare.

 

Related Posts

Leave a reply