Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Gricia, Amatriciana e Carbonara : il trittico dei piatti romani

gricia carbonara amatricianaC’è qualcosa che dice “Roma” più del Colosseo? Se state pensando di no forse non avete pensato alle tre parole magiche che da sole evocano la Capitale: Gricia, Amatriciana e Carbonara.

Il solo pensare a questi tre piatti ricorda il Tevere e tutti quei ristoranti nei pressi di piazza Navona. Ma vi siete mai chiesti che differenza c’è tra di loro?

Partiamo da una grande verità: questi tre piatti sono imparentati tra di loro. La loro è una vera e propria storia di famiglia, perché discendono tutti da una sola grande ricetta, quella della Cacio e Pepe, altra specialità romana, semplicissima ma amata in tutto il mondo.

La Cacio e Pepe nasce da un connubio di pecorino e pepe sapientemente sciolti fino a formare una crema saporita. Era un piatto contadino, che ristorava chi lavorava nei campi. Con il tempo, da questa ricetta è nata un’apprezzatissima figlia: la Gricia.

Per fare la Gricia i contadini romani aggiunsero un solo ingrediente al pecorino e al pepe: il maiale, sotto forma del tipico guanciale. La cucina romana, però, si è sempre distinta per il mix vincente di tradizione e innovazione: era solo questione di tempo, dunque, prima che anche la Gricia diventasse mamma.

E qui, le figlie, sono due: la Carbonara e l’Amatriciana, gemelle diverse. Se gli ingredienti di base, infatti, rimangono uguali, per fare la Carbonara occorre aggiungere le uova a crudo subito dopo aver tolto la pasta dal fuoco.

Per realizzare l’altra sorella, ovvero l’Amatriciana, occorre invece aggiungere la salsa di pomodoro al soffritto fatto con il guanciale. Occhio però: l’Amatriciana si differenzia dalla Gricia anche per un altro particolare: il pecorino non deve essere quello dop ma quello di Amatrice che avendo un sapore meno spiccato esalta il perfetto connubio tra il pomodoro e gli altri ingredienti.

Infine, un’altra piccola curiosità: per la Gricia si usano spaghetti o rigatoni, mentre per la Carbonara esclusivamente spaghetti. Guai, però, ad associare quest’ultimo tipo di pasta all’Amatriciana: questa ricetta va solo con i bucatini!

Related Posts

Leave a reply