Via Quintino Sella, 65 - 90139 Palermo
+39 0915072939 - +39 3333894075

Roma, il cibo e i film: la cucina romana nel grande schermo

Chi non ha mai visto un attore addentare un forchettata di pasta? La cucina romana nei film non è un’eccezione, ma anzi una consuetudine che sempre fa piacere.

cucina romanaÈ un classico, si sa, ma i registi italiani non resistono proprio dall’inserire un qualsiasi pasto all’interno dei propri film: è anch’essa una caratteristica degli italiani. Tuttavia è possibile notare che la tipologia di piatti finisce col richiamare spesso specifiche culture regionali dello stivale, tra cui in grande abbondanza la cucina romana.
La cucina romana è particolarmente conosciuta per l’accostamento di colori e sapori che la rende particolarmente appetibile all’occhio umano, ed appunto per questo si presta ad essere un ottimo soggetto per gustose inquadrature da cinema. Lo spettatore, riconoscendo l’elemento primordiale di sopravvivenza (il cibo appunto) aguzzerà la vista e aumenterà la sua attenzione sullo schermo in un’esplosione di emozioni.
Tra i soggetti culinari particolarmente amati dai registi italiani ritroviamo i classici bucatini all’amatriciana (come dimenticare il grande Alberto Sordi che poco prima di addentare un’enorme forchettata di bucatini esordisce in romanesco con “tu m’hai provocato e mo’ te magno!”), la pasta alla carbonara, gli gnocchi alla romana e tanto altro ancora.
Anzi possiamo affermare che i primi piatti, e la pasta in primis, ottengano un’attenzione maggiore rispetto agli altri piatti, comunque presenti. Non si tratta di un caso. Roma infatti ha da sempre coltivato con grande dedizione il grano e ne lavorava con tanto orgoglio i sui frutti, ottenendo grandi quantità di farina da cui ricavarne i sui derivati, tra cui la pasta. Non sorprende allora che l’attaccamento a tale alimento possa sfociare in un amore da trasferire poi fin dal dopoguerra sul grande schermo e con un notevole apprezzamento da parte del pubblico.
L’italianità (e la romanità dunque) viene allora esaltata nei film tramite la presenza di ciò che più ci distingue nel mondo: il cibo. E chi ne fa espressione finisce in diversi casi per raccoglierne il successo. Aldo Fabrizi, Monica Vitti, Ugo Tognazzi e il già citato Alberto Sordi sono soltanto grandi esempi dei diversi attori che si sono cimentati in questa tradizione cinematografica e che hanno rappresentato Roma e l’Italia intera in uno dei mezzi di comunicazione più efficaci: il film.

15 Marzo 2017
||

Related Posts

Leave a reply